Uscire dalla linearità del tempo

15.05.2014

Cosa intendo con “linearità del tempo”? il proseguire degli eventi, considerando esista un succedersi di eventi lungo il tempo, in pratica che esistono un passato, un presente ed un futuro.

Tu passi tutto il giorno preoccupato che tutto ciò che accadrà nel futuro sia un ripetersi di qualcosa che è già accaduto, ma lo fai molto spesso senza rendertene conto.
In pratica il corpo reagisce ad ogni situazione si presenti, sia bella che brutta, ma ogni situazione racchiude una moltitudine di informazioni tali da richiedere un minimo di attenzione.

Ti faccio un esempio, se una persona quando gli si chiede di contare dimentica un numero o comunque ha una difficoltà nel gestire i numeri, è inevitabile che nella genealogia ci sia stato un figlio che non era stato considerato, in pratica non rientrava tra i conteggi, questo perché figlio di una relazione tenuta nascosta. Le generazioni successive vivranno ad esempio la sottile sensazione di qualcosa che non è perfetto, di incompleto, ma non se ne renderanno conto, e si verranno così a strutturare sensazioni di “temo di non avere figli” oppure “temo di non riuscire a portare avanti un progetto” e così via.

In pratica un evento passato sta creando “reazioni emotive”, ma questo non significa che per forza dobbiamo indagare, anche perché non sempre è facile arrivare ad una informazione così specifica.

Quindi che fare?

La prima cosa che ti consiglio è di cominciare a rivedere ogni tua tensione e comprendere che ad essa sono associate emozioni vissute da altri. In quel momento devi cercare di entrare in un’ottica diversa, dove comprendi che il passato in realtà non è mai esistito, Einstein lo ha dimostrato anche attraverso delle formule matematiche e così la fisica quantistica.

La convinzione è che c’è stato un “ieri” che credi il “domani” e la cosa più incredibile è che non riusciamo mai a vivere nel presente.

Quando siamo lontani dal “presente”?
Quando viviamo la tensione, ossia quando il nostro corpo sta dimostrando che temiamo qualcosa, quel qualcosa automaticamente ci toglie la forza ed il potere di modificare gli eventi.

E’ in quella fase che di pura osservazione che possiamo cogliere l’attimo per ottenere ciò che più desideriamo. Dedicati senza aspettative, prima o poi il risultato arriverà… pardon “arriva”. Rimani sempre aggiornata/o sulle novità di Fabio Netzach, clicca qui.

Please reload

Ricevi gratuitamente i 4 ebook completi e stampabili

iscriviti alla newsletter

Featured Posts

Osserva a 3 Occhi

08.04.2014

1/10
Please reload

Recent Posts

July 3, 2018

Please reload

© 2010 - 2019 by Fabio Netzach - Soole Channel.